9 settembre 2014

Aforismi post-vacanzieri

È già una settimana che sono tornata al lavoro. Ma già al ritorno a casa abbiamo potuto verificare la veracità dell'aforisma pre-natalizio, con la lavastoviglie che ci rifila la sòla.

Indi, per allietarvi la fine delle ferie vi elargisco altri aforismi:

De ingegneribus: "Quello che può essere ovvio per un ingegnere non è detto che sia altrettanto ovvio per chi ingegnere non è. E viceversa"

De acquistandibus: "Tutto se rompe prima o poi. Datte un cazzo di prezzo massimo che non ti faccia rosicare troppo in caso di sfiga e muoviti entro quel limite."

5 commenti:

  1. Bha! Se Inge è inge la ripara e si risparmia una botta. Sennò lo fai dormire fuori della porta. ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per carità, NO!

      La prima ed ultima volta che il consorte mi ha "riparato" in casa qualcosa di importante ed essenziale, non solo ha allagato il bagno ma ha dovuto poi chiamare un idraulico d'urgenza. :)

      Elimina
    2. Se, separazione, divorzio, fustigazione in pubblica piazza, non sono opzioni comtemplate, direi che si è trattato di uno sporadico caso di "mancata concentrazione nella soluzione del problema". Dagli una seconda change dai. ;-). Probabilmente non era sufficentemente motivato nel risolvere il problma. :-D

      Elimina
    3. No. :P

      La casa è mia e me la gestisco io. E già gli faccio i cazziatoni perché crede di "risparmiare" (con i soldi miei) non chiedendo la fattura ai vari idraulici/fabbri/eccetera. [è un ingegnere non un bocconiano, và.]

      E si scrive "chanCe".

      Elimina
  2. Bho! Che stano inge. Sembra più ad un avvocato. ;-) : Comunque mi scuso per l'errore, cenere sul capo vestito di sacco vado in pellegrinaggio verso qualche santuario :-D

    RispondiElimina

NOTA BENE: Se vi ostinate a commentare posts di un mese fa, scatta la moderazione (se non sono in vacanza, controllo quasi ogni giorno)... Ovviamente, se siete spammers vi cancello :)