11 novembre 2008

Come NON gestire l'antispam...

Dove lavoro io, il server di email con relativo antispam è gestito dalle stesse persone che hanno messo su Horde e lo hanno pre-impostato in maniera "contorta".

Prima, si limitavano a "taggare" le mail di spam aggiungendo nel subject "[SPAM]", invitando tutti gli utenti finali a usare questa tag come base per il filtraggio di 'ste mail dai loro client di email.

Poi, zittizitti e quattiquatti, hanno aggiunto a questo taggaggio il sistema "Maia Mailguard", impostandolo (tra le altre cose) per inviare a tutti un report quotidiano dell'attività di questo sistema.

Senza avvisare nessuno, senza spiegare a nessuno come usare questi report.

Intelligente vero?

Il risultato quale è stato, poi?

Che il 99% degli utenti ignorava bellamente e allegramente questi "Maia Quarantine Digest" che gli arrivavano regolarmente in mailbox. Qualcuno li cancellava senza neanche guardarci dentro.

Da notare che solo gli indirizzi email provenienti effettivamente dai nostri server smtp e con i nostri dominii venivano automaticamente whitelistati.

Abbastanza ragionevole, in apparenza.

Se non fosse che il 90% dei miei colleghi, non paghi di lavorare solamente sul luogo di lavoro, lavorano anche da casa e spesso e volentieri usano anche altri indirizzi email.

E ogni tanto succede che l'ape Maia chieda cortesemente se questa roba sia o no spam...

Traetene voi le vostre conclusioni.

Io sto cercando di pensare al modo migliore di far capire ai miei colleghi che dovrebbero prestare maggiore attenzione a queste "Maia Quarantine Digest".

Sgrunt.

2 commenti:

  1. Credo che in questo caso la "minaccia di sventura" inviata stile catena sia il metodo piu' efficace.
    Qualcosa del genere:

    Oggetto - Non ci crederai ma funziona!

    Leggi i Maia Quarantine Digest e vivrai per sempre felice e contento. In piu' devi farli leggere anche ad altri dieci colleghi, ogni giorno, per un anno.
    Se non lo farai domani ti righeranno la BMW nuova, la vecchietta del piano di sopra fara' un buco nel tuo soffitto cercando di riparare la tubatura, il tuo partner ti dira' che la vostra storia finisce perche' non hai personalita' e scoprirai che il tuo WC e' irrimediabilmente intasato e inutilizzabile.

    RispondiElimina
  2. da noi si direbbe 'cento teste, cento idee' (oddio, ho riportato la versione meno volgare, l'altra per chi la conosce è quella che prende in considerazione il numero di teste con quello delle natiche.

    Ovvio cmq che se le cose sono facili allora sono alla portata si quasi tutti ... se le cose si complicano allora solo ***pochi*** sanno cosa fare:IMHO KISS ->> Keeep it simple,stupid (always)

    Ciao

    RispondiElimina

NOTA BENE: Se vi ostinate a commentare posts di un mese fa, scatta la moderazione (se non sono in vacanza, controllo quasi ogni giorno)... Ovviamente, se siete spammers vi cancello :)