7 aprile 2006

Ah, ecchecazzo...

Non ho avuto molto tempo per star dietro al blog per una serie di ragioni squisitamente tecniche.

Prima perdo un giorno a smadonnare dietro a una laserjet hp 1020 a botte di emerge e aggiunte di "~amd64" all'elenco di package.keywords, ricompilare FUORI dalla sandbox UN pacchetto solo che senno' non si andava avanti col resto. Evvabbe'. Succede. Tanto ci ho perso solo un giorno.

Poi perdo due notti a finire di lavorare su un paper da consegnare. E l'ho consegnato. Il problema è che, alla mia non più tanto florida età (che ora è > 35 e < 40, tié!!!!), ritrovare le ore di sonno perse mi prende quasi una settimana. Evvabbe'. Passerà anche questa.

Poi metto le mani su un router ADSL Zyxel 660HW, lo configuro e va. Poi si fa vivo il mio coabitante che vuole collegarsi anche lui via wireless. E qui inizia una serie di bestemmie mentali che si protrae per qualcosa come 3 giorni, anche se non ininterrotti.

Gli è che inizialmente abbiamo provato a usare il suo "cono" (la Base Airport Extreme che s'era accattato) a mo' di collegamento tra il suo MacBook e il router... Ma sai che c'è? C'è che faccio prima a fare da interprete tra un arabo e un cinese, che a cercare di districarmi tra le varie definizioni che la zyxel e la apple appioppano alle varie [WPA, WPA-PSK, WPA2, WPA2-PSK]<-zyxel [WPA Enterprise, WPA Personal ecc]<-apple, tabelle MAC ecc. ecc. (tra parentesi, wpa-psk equivale a WPA Personal. idem per il WPA2-PSK. Mah!)

Dopo svariate peripezie che non vi sto a raccontare che senno' mi ri-altero, alla fin fine abbiamo scoperto che il "cono" poteva anche pure frullarlo dalla finestra o usarlo come soprammobile in puro stile 1KEA, o che altro, dato che il suo MacBook pro vedeva benissimo per conto suo il router zyxel.

Il bello di tutto cio' è che mi son trovata a configurare tutti 'sti accrocchi a "occhio e croce", andando da una stanza all'altra, provando e riprovando, col coabitante che faceva il filosofo per antonomasia, rompendomi le scatole ogni 5 minuti, facendo quello che non dovrebbe fare quando io sto nell'altra stanza, dato che non ho la vista a raggi x... In effetti, mi son convinta subito a far in modo che non potesse fare nulla di nulla sul router ((Mi sa che faccio altrettanto col portatile del mio ragazzo: tra un ingegnere e un filosofo, se gli dai la password di amministrazione, non è che ci corra molta differenza...)).

In questo momento l'ho convinto a scaricarsi tutti gli aggiornamenti Software x il suo macOsX. Magari così gli si diventa un filino più coerente in fatto di ricordarsi l'ESSID della rete ecc. ecc.

Ora mi manca solo l'ultima rogna da affrontare: Configurare il kernel e xorg per poter usare *anche* la Wacom Graphire.

Dopo di che, mi resterà la rogna per eccellenza: trovare il modo di poter maneggiare i vari DVD (vederli, editarli ecc.) senza che il sistema mi rompa i coglioni con l'audio che non vede (e chiede aiuto a una sorda per trovarlo? ma va' caghér, scusa)

Per non parlare poi del lavoro: ho un'altra scadenza importante (20 aprile), una o due spade di damocle del genere "È urgente, ma non sappiamo quale sia la scadenza"

Devo proprio ricordarmi di smetterla di rispondere con "nulla di nuovo" a chi mi chiede come vanno le cose.

P.S.: dimenticavo altre due rognine, tipo comprare un UPS e un boiler da 10 litri da mettere sotto al lavandino. Vabbe' :-)

Nessun commento:

Posta un commento

NOTA BENE: Se vi ostinate a commentare posts di un mese fa, scatta la moderazione (se non sono in vacanza, controllo quasi ogni giorno)... Ovviamente, se siete spammers vi cancello :)